Il giornalista bielorusso è stato costretto a registrare il video della confessione, dice il padre - video

Il padre del giornalista dissidente Roman Protasevich, che è stato detenuto in Bielorussia dopo che il suo aereo è stato costretto ad atterrare lì, ha detto che crede che suo figlio sia stato costretto in un video pubblicato online ad ammettere la sua colpa e sembra avere il naso rotto. Penso che sia stato costretto. Non sono le sue parole, non è la sua intonazione del discorso", ha detto Dzmitry Protasevich su Skype dalla Polonia. 

Apparendo su diversi canali dell'app di messaggistica Telegram, Roman Protasevich ha riconosciuto di aver avuto un ruolo nell'organizzazione di disordini di massa a Minsk l'anno scorso. Suo padre ha detto che il video sembra essere il risultato di una coercizione. È probabile che il suo naso sia rotto, perché la sua forma è cambiata e c'è molta polvere su di esso', ha detto

'Mi uccideranno': la discesa nell'orrore del blogger bielorusso Il KGB bielorusso crede di essere sull'aereo costretto ad atterrare a Minsk, dice il CEO di RyanairL'UE impone nuove sanzioni economiche alla Bielorussia per il volo "dirottato Continua a leggere…